dall’omonimo testo di Marco Paolini
adattamento e regia di Giuseppe Ligios
interprete Gianfranco Corona

“Prima di iniziare, avrei bisogno di un minuto di rivoluzione!”.

Con queste parole inizia il viaggio nella vita di Galileo Galilei liberamente ispirato al testo dello scrittore e attore Marco Paolini, dove ITIS sta per Istituto Tecnico Industriale Statale, un modo ironico per dire “non prendiamoci troppo sul serio!”.

Gianfranco Corona invita lo spettatore a scoprire la storia di un ragazzo comune, un ragazzo «con il nome uguale al cognome» dotato di una curiosità fuori dal comune a cui stava stretto non solo il mondo del suo tempo, ma l’intero universo, tanto da rivoluzionare la rassicurante concezione astronomica dell’epoca che voleva, secondo quanto dettato da Aristotele e Tolomeo e sostenuto dalle sacre scritture, la terra fissa al centro dell’universo con gli altri pianeti e il sole che le ruotano interno, sotto una volta celeste di stelle fisse!

Quella di Galileo è una voce fuori dal coro, un rivoluzionario filosofo matematico e astronomo che ha avuto il coraggio di credere nelle proprie intuizioni, sperimentarle e dimostrarle, un uomo che rifiuta di accontentarsi dei dogmi accademici, laddove i risultati supportati da anni di studio, continue ricerche e infinite osservazioni, dimostravano il contrario.
Un rivoluzionario copernicano, ideatore di un innovativo strumento d’osservazione, il cannocchiale, impegnato a viaggiare per tutta la vita in direzione ostinata e contraria in un’epoca in cui le maggiori istituzioni scientifiche e religiose ancora erano immerse nell’oscurità, incapaci di guardare e di vedere oltre.

Il monologo, tutto giocato sulla leggerezza dalla commedia, racconta con semplicità la vita dell’uomo e la genialità dell’autore tra il 1610 e il 1630 dei trattati“Sidereus Nuncius” e “Dialogo sopra due massimi sitemi del mondo”, fondamento della scienza ed astronomia moderna, ma per i quali nel 1633 la Chiesa di Roma lo obbligherà ad abiurare pubblicamente condannandolo agli arresti domiciliari come eretico. Nemmeno queso fermerà la determinazione di Galileo che clandestinamente pubblicherà “Discorsi e Dimostrazioni matematiche intorno a due nuove scienze”, con il quale, senza timore per le conseguenze, ha urlato a testa alta la sua verità: “Eppur si muove!”

Genere: Monologo
Durata: 60 min.

Galleria immagini

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “ITIS Galileo, un minuto di rivoluzione”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *